Seleziona la tua lingua

S

Le strategie di internazionalizzazione

L'internazionalizzazione è l'adattamento dei prodotti per un potenziale utilizzo al di fuori del mercato originale. Spinosi Marketing Strategies considera l'internazionalizzazione come un'opportunità di sviluppo essenziale per le PMI. Molte Piccole e Medie Imprese ritengono di essere inadeguate per il mercato internazionale a causa delle loro dimensioni ridotte, ma in realtà, l'internazionalizzazione rappresenta un'enorme opportunità di crescita.

Noi di Spinosi Marketing Strategies supportiamo le PMI verso una crescita sostenibile, affiancandole nei processi di internazionalizzazione attraverso:

  1. Ricerche e analisi di mercato
  2. Definizione delle politiche di prodotto, prezzo, distribuzione e promozione nei mercati internazionali
  3. Promozione del brand a livello internazionale attraverso canali tradizionali ed innovativi
  4. Definizione delle metriche per la misurazione degli obiettivi futuri

Esempi di Successo nell'Internazionalizzazione di PMI

Spinosi Marketing Strategies ha sostenuto numerose aziende nella loro espansione internazionale, tra cui:

  • Roven, azienda specializzata in parquet e arredamento con sede a Scerne di Pineto (TE), esporta i propri prodotti in tutto il mondo grazie alla sua forte vocazione internazionale
  • Rennova, consorzio di imprenditori abruzzesi del settore edile, recentemente impegnato in progetti di ricostruzione post-bellica a Baghdad (Iraq)
  • Emmvee, azienda indiana del settore fotovoltaico con operazioni a livello globale

Perché crediamo fortemente nell'internazionalizzazione? Perché rappresenta il presente e il futuro delle imprese che vogliono crescere e competere su scala globale. 

Le strategie di internazionalizzazione passano dal web marketing. Con lo sviluppo delle tecnologie informatiche e del web, e il conseguente sviluppo di apparecchiature portatili per la navigazione Internet insieme all'avvento massiccio dei social media, le imprese attuano strategie di internazionalizzazione del brand anche sul web.

Essendo i social media e i servizi web 2.0 trasversali rispetto ai confini nazionali, è necessario creare strategie comunicative coerenti per poter far “arrivare” il messaggio in maniera uniforme in tutto il mondo, pur sapendo che nelle varie parti del globo terrestre il sistema di valori, la cultura locale, la lingua di espressione, la modalità in cui viene intesa la simbologia, muta in maniera anche talvolta piuttosto drastica.


Strategie di internazionalizzazione e web marketing: 4 semplici passi

La gestione delle emozioni, dei sentimenti e del sistema di valori comunicati dal brand non può prescindere dallo sviluppo dell'IT, e questo può essere fatto attraverso i seguenti passi:

  1. Innanzitutto cercare quante più informazioni possibili riguardo il contesto internazionale al quale ci si rivolge;
  2. Successivamente creare un sito web multilingue e multisezione, per andare a rendere conoscibile il brand da internazionalizzare all'interno del Paese di riferimento.
  3. Differenziare adeguatamente il “modo di raccontare” il proprio brand in base alla cultura, alla lingua, agli usi e costumi locali, al significato che ha la simbologia rispetto al gruppo di persone verso cui ci si indirizza, mantenendo uniforme la brand identity.
  4. Adattare il design del brand, e di converso quello della pagina web dedicata, a quelle che sono le preferenze della popolazione cui si vuole fare arrivare il messaggio.

Strategie di internazionalizzazione e web marketing: quali vantaggi?

Internazionalizzarsi attraverso il web vuol dire farlo sostenendo minori costi rispetto a quelli eventualmente sostenuti rispetto al materiale cartaceo, e soprattutto in maniera più efficace, raggiungendo miliardi di utenti sparsi in tutto il mondo i quali, con un semplice click possono trovare tutte le informazioni di cui necessitano.

I marchi e i loghi sono rappresentati a scopo puramente informativo.

Marketing, web marketing, internazionalizzazione

Il mercato attuale è "glocal", ossia pur definibile come “globale” è formato comunque da utenti locali. Per questo, in un’ottica di internazionalizzazione del brand, questo va "localizzato", reso più appetibile nel particolare contesto linguistico e culturale dove si va ad operare. Il messaggio che si vuole far passare, perciò, non va meramente tradotto ma bisogna impostare una vera e propria strategia di comunicazione del brand che prenda in considerazione, oltre alla lingua e alla cultura, i costumi locali, le norme e le altre caratteristiche formali del target locale a cui ci si rivolge, andando comunque sempre a preservare l’identità originale del brand e del relativo prodotto.


Come impostare una corretta strategia di internazionalizzazione delle imprese?

Per impostare una corretta strategia di internazionalizzazione del brand bisogna:

Raccogliere informazioni sulla realtà locale, comprendendo le specificità dell’area, conducendo dettagliate ricerche sul sistema Paese prima di localizzare il brand. Le lingue parlate, la cultura locale, la percezione del marchio e di eventuali marchi simili e prodotti similari già presenti sul mercato, il sistema di valori di quel particolare contesto, sono aspetti da considerare in maniera preponderante;

2. Adeguare i testi alla lingua locale, per quanto riguarda tutti gli strumenti di comunicazione legati al brand, incluso il sito web. La traduzione può richiedere particolari adattamenti, riguardo i modi di dire presenti nel Paese, il sistema di scrittura in uso, i format di presentazione più utilizzati;

3. Adattare il design, rendendolo coerente con le abitudini e le preferenze degli utenti, comprendendo poi se nella cultura dello specifico Paese si fa maggior ricorso all’utilizzo di simboli e metafore per far passare particolari messaggi, oppure se invece si preferisce una comunicazione più diretta con poca simbologia;

4. Nel contempo mantenere l’identità originaria del brand, per non far disperdere le caratteristiche che lo distinguono per quanto riguarda il sistema di valori, la personalità, il rapporto con gli utenti, assegnando in questo modo riconoscibilità globale al brand;

5. Affidarsi a professionisti del posto, in modo che si entri in contatto direttamente con il sistema dei valori, con la cultura, con gli usi, con le tradizioni, con il significato della simbologia del Paese in cui si opera.

Seguici su LinkedIn iscrivendoti al nostro canale